Domenica, 17 Febbraio 2019 11:19

    Che festa!!!

    Scritto da Giuliana Liotard

    Segnatevi sull'agenda un evento New Voices davvero importante: la grande festa di carnevale che si terrà a Verona sabato 2 marzo presso il ristorante Nuovo Payanini Center in Via San Marco 114. Due obiettivi: divertirsi e aiutare Anna Barbaro ad acquistare il suo tandem.

    Anna non è soltanto un'atleta che punta a qualificarsi per i Giochi Paralimpici del 2020, ma è soprattutto una giovane donna che ha avuto la forza di rialzarsi, di riappropriarsi della sua vita e di raccontare la sua sfida con Nuova Voce, con voce rinnovata, con una dedizione e un impegno che è di esempio per tutti.

    Anna è una ragazza di Reggio Calabria che nel 2010 diventa completamente cieca a causa di un virus. A nulla serve la miriade di accertamenti con luminari di tutto il mondo: un maledettissimo virus ancora sconosciuto ha causato l’atrofia del suo nervo ottico. Un virus che avrebbe potuto compromettere altre parti del corpo con conseguenze anche peggiori.

    Dopo un periodo di disperazione Anna capisce che deve accettare la sua malattia. Decide di riprendere in mano la sua vita e indaga sulle sue attitudini sopite dalla “normalità”.

    E' un caso, forse: qualche anno prima della malattia, Anna presta servizio civile assistendo persone non vedenti con le quali stringe rapporti di amicizia, persone che si rivelano poi fondamentali nel suo percorso riabilitativo. Sono proprio queste persone, infatti, ad insegnarle il linguaggio Braile e altre tecniche che le consentono di conquistare giorno dopo giorno pezzetti di autonomia, un'autonomia che diventa ancor maggiore quando il Lions Club di Salerno le regala Nora, un cane guida Lions che da 6 anni la accompagna ovunque.

    Nel 2011 il padre la porta in piscina e da questa esperienza Anna scopre una grande passione per lo sport e, da ingegnere e musicista, si reinventa. Grazie alla sua caparbietà, aiutata dal suo allenatore Giuseppe Laface, Anna diventa un atleta. “La pratica sportiva mi ha aiutato a vedere con gli altri sensi”, racconta. Con la sua laurea in ingegneria Anna viene coinvolta nella realizzazione del progetto Poseidon 2.0, un sistema mobile e fisso che, tramite una applicazione su smartphon Adroid e un auricolare speciale, aiuta il nuotatore non vedente ad orientarsi in corsia e a mantenere la giusta direzione.

    Con il nuoto inizia la sua nuova vita e, per non farsi mancare nulla, si impegna nel triathlon con l'atleta guida Francesca. Diventa una stella tanto da piazzarsi sesta nel ranking internazionale, ma non si accontenta. Anna vuole qualificarsi per le Olimpiadi del 2020. Si allena a Peschiera del Garda e gareggia nella squadra Woman Triathlon Italia e nella Nazionale Italiana di Paratriathlon, sempre accompagnata dal suo splendido Labrador.

    Anna, attraverso il suo sport, racconta la sua sfida, racconta ciò in cui crede. Lo fa con coraggio e con un entusiasmo che ci rapisce e che ci fa riflettere. Ci sono persone eccezionali che fanno cose insolite. E poi ci sono persone insospettabili che trovano in sé una straordinaria energia interiore capace di abbattere qualsiasi barriera. Anna è tra queste.

    Scaricate la locandina qui sotto. Per informazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

     

    Letto 276 volte

    Lascia un commento

    Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

    © 2018 Lions Clubs International - Distretto 108Ta1. All Rights Reserved. Designed By moovioole.srl.