Domenica, 10 Settembre 2017 17:09

Scacchi e vita

Scritto da Paola Chiappini

Si terrà domenica 17 settembre a Thiene presso Villa Fabris il secondo Torneo di Scacchi in memoria di Stefano Villani, fondatore del primo circolo di scacchi di Thiene e vincitore del primo torneo Citta' di Thiene, organizzato dal Lions Club Thiene Colleoni con il patrocinio del Comune di Thiene Assessorato allo Sport a sostegno dell'associazione "Scacchi e Dintorni" di Thiene. L'iniziativa ha lo scopo di diffondere e promuovere la pratica della disciplica degli scacchi.

Perché un Lions Club sostiene questo progetto? La consapevolezza dell'importanza degli scacchi nell'educazione e formazione dei giovani nasce in tempi antichi ed è andata via via consolidandosi all'interno del mondo scacchistico per poi diffondersi anche agli operatori esterni. Chi insegna nelle scuole sa bene quanto questo gioco possa aiutare i ragazzi, per altri aspetti svantaggiati, a recuperare fiducia in se stessi. La scoperta di poter giocare alla pari o essere addirittura migliori dei primi della classe, in un'attività in cui la mente ha un ruolo predominante, infonde fiducia nelle proprie capacità e dà loro la consapevolezza che, come negli scacchi, possono riuscire anche nelle altre materie scolastiche.

E' un gioco di natura “mentale” che supera non solo le barriere dell'handicap ma anche quelle generazionali. Potendo giocare a qualsiasi età, la persona anziana viene accettata tra i giovani come una di loro e con loro fa gruppo e parla lo stesso linguaggio. Con gli scacchi si migliora l'attenzione, la concentrazione, l'empatia, la tolleranza, la pazienza, la perseveranza, l'onestà, il rispetto per se stessi e per gli altri, la forza di prendere decisioni difficili, rende la mente più flessibile, impone di verificare di continuo le proprie idee e cambiare opinione senza rimpianti ogni volta che si rende necessario... in termini semplici si impara a pensare!!!

Il gioco degli scacchi aiuta a riflettere e navigare in sistemi complessi e, per finire, negli scacchi si impara ben presto che la forza fisica e la prepotenza non servono a vincere una partita. Chi frequenta i corsi di scacchi ben presto si accorge quanto la bravura non dipenda dal caso, dalla condizione sociale e dalle amicizie compiacenti, ma solo da se stessi. Chi vuol vincere deve trovare gli strumenti all'interno di sé, facendo buon uso della pratica precedente, degli insegnamenti ricevuti dallo studio. Per migliorare occorre applicarsi. 

Gli scacchi sono una lezione di vita per tutti.

Per iscrizioni e maggiori informazioni sul torneo scarica la locandina allegata.

Letto 273 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

108TA1 Channel

Loading player ...